Tipologie di carne

Le tipologie di carne al giorno d’oggi sono svariate, bianche o rosse, fresche e frollate, grigliate, marinate e in purezza, crude e cotte. La scelta è ampia e per questo bisogna sempre porre molta attenzione al vino che stiamo andando ad abbinare, da non trascurare poi i contorni che accompagnano la pietanza principale.

Come abbinare il vino alla carne?

Per ottenere il massimo dell’abbinamento tra vini e carni, valgono sempre le regole dell’abbinamento (per contrasto, similitudine o regionalità), con alcune considerazioni che andranno adattate caso per caso:

  • Le carni rosse sono per antonomasia le carni, soprattutto se frollate e poi cotte alla griglia o brasate, abbinate ai vini rossi con grande struttura, con un spiccata presenza di tannini e un’importante evoluzione, vini come il Valpolicella Ripasso o come con l’Amarone della Valpolicella DOCG. Talvolta però ci si può indirizzare anche su abbinamenti più freschi come quelli tra tartare di carne e Valpolicella Classico DOC. Un abbinamento fresco e ricco di note di frutti rossi e spezie.
  • Se invece si prediligono le carni bianche qui la scelta può variare. In abbinamento si possono prediligere vini bianchi in occasione di piatti ricchi di erbe mediterranee, o serviti freschi in abbinamento a verdure e pinzimoni. In questo caso si può ricercare maggiore struttura nel vino abbinandoci un Soave affinato in barrique, e ottenuto da Vecchie Vigne, in cui i profumi sono concentrati e arricchiti dal passaggio in legno e dall’invecchiamento.